News

Una storia di speranza: Maria, la bambina di 7 anni con il cancro che ha battuto il coronavirus

Una storia di speranza: Una storia che ci riempie di gioia. Nel mezzo di tutte le strazianti notizie che il coronavirus ci ha portato, ce ne sono alcune che ci riempiono di gioia.

La storia di María Caamano Muñez è una di queste. La bambina è una giocatrice di calcio e soffre di cancro, le è stato recentemente diagnosticato il COVID-19 che; a causa della sua storia clinica, l’ha resa una paziente a rischio.

La ragazza combatte un tipo di cancro, chiamato il tarlo di Ewing, che si sviluppa dentro o intorno alle ossa. Quando è andata a fare un controllo di routine del trattamento; la famiglia ha ricevuto due notizie: stava meglio con il cancro, ma era risultata positiva al  COVID-19.

Per settimane questa situazione aveva messo sotto in quarantena la famiglia, non potevano andare a vedere come stava, dato che sia la bambina che la sua famiglia erano in quarantena.

Alcune settimane fa, fortunatamente è potuta  tornare a casa, dopo essere risultata negativa al  secondo test per il coronavirus, ha potuto finalmente rivedere la sua famiglia.

Una storia di speranza: Maria, la bambina di 7 anni con il cancro che ha battuto il coronavirus

“Finalmente insieme a casa, finalmente una buona notizia” ha scritto suo padre sui social network.

Quando ha sconfitto  il COVID-19 dalla sua vita, suo padre ha detto  che da quando è tornata non ha rinunciato al  pallone da calcio, in quanto grande fan di questo sport, preferisce persino che il suo nome sia scritto come M4ría.

“Il pallone  è una questione di famiglia, su entrambi i lati”, ha spiegato il padre di Maria.

Ha anche condiviso come, nonostante la situazione in cui ha vissuto, la sua bambina mostra forza e un carattere positivo che si rivela essere una lezione per tutti intorno a lei.

“È una ragazza che, sin da piccola, è sempre stata molto positiva. È sorprendente per tutti noi “, ha detto. E ancora di più: “dice che se non riesce a giocare, diventa un allenatore o un medico”

La sua guarigione, anche con tutto contro di lei, conforta molti che pensano che essere infettati sia sinonimo di morte. Il virus può essere sconfitto, ma dobbiamo stare attenti.

Condividi questa fantastica storia di guarigione. Mostriamo sostegno  a tutti coloro che stanno combattendo il coronavirus.

Join The Discussion