Facebook spiava davvero gli utenti: la Corte Suprema boccia il ricorso

Facebook spiava davvero gli utenti: la Corte Suprema boccia il ricorso

23 Marzo 2021 0 Di Gaetano

Facebook spiava davvero gli utenti: la Corte Suprema boccia il ricorso – Una notizia che di certo non è passata in osservato da nessuno. Tutti gli iscritti al più grande social network della storia hanno appreso questa notizia che sta facendo il giro del mondo!

Ma quindi Facebook ci spiava davvero?

A quanto pare la risposta è si! Facebook negli anni 2010 e 2011 tracciava gli utenti senza il loro consenso. Esso raccoglieva attraverso degli strumenti una serie di dettagli che sono poi servite a questo social network.

In poche parole Facebook rivendeva questi dati per attività basate sul marketing, inserzioni pubblicitarie mirate. Facendo così Facebook ha violato una legge basata sulle intercettazioni che gli sono costate care A Mark Zuckerberg che perdendo questo ricorso dovrà pagare una cifra che si aggira intorno ai 15 miliardi.

Ma come ne è venuta a conoscenza la corte suprema?

Gli organi competenti hanno ricevuto ben 20 denunce in tal senso, ed è questo che ha smosso le acque. A tal proposito un giudice californiano ha deciso dunque di bocciare il ricorso.

Ma sarà finita qui?

Il gruppo di Facebook come ben sappiamo detiene anche altre messaggistica molto usate come WhatsApp e social network come Instagram. Sarà finita qui?

Maggiori dettagli possono essere prese dalla fonte di questa notizia:

https://www.ilgiornale.it/news/tecnologia/facebook-spiava-davvero-utenti-corte-suprema-boccia-ricorso-1933117.html